Royal Victoria Hotel 12, lungarno Pacinotti – 56126 Pisa, Toscana +39 050 940 111
Varcare l’ingresso del Royal Victoria Hotel, anche solo per un semplice soggiorno a Pisa, si dimostrerà un’esperienza inaspettata sin da quando, avvicinandosi alla caratteristica reception dell’albergo percorrendo la pavimentazione della hall, registreremo una particolare nota stonata: le nostre scarpe moderne. Solo in quel momento si comprenderà di aver lasciato alle proprie spalle l‘Oggi, di procedere in una luce ed un ambiente di altri tempi e di essere immersi nell’autentico Liberty.
Come più antico hotel in Europa in attività, il Royal Victoria ci ammalia e ci seduce per la sua peculiare struttura. Avendo come nucleo fondante, questo testimoniato anche dalla presenza di un’antica formella visibile dall’esterno e ripresa per il logo dell’hotel, la Torre dei Vinajoli su cui venne issato il Marzocco fiorentino nel 1406 e che risulta con certezza già “Locanda” nel 1428, l’architettura dell’odierno edificio si è sviluppata incorporando anche l’antico Palazzo del Vigna, due case torri del XII° secolo ed una costruzione del XVIII° secolo.
Di proprietà della famiglia Piegaja dal 1837, il Royal Victoria ha visto avvicendarsi nelle sue camere, a tutt’oggi, talmente tanti personaggi illustri da tutto il mondo, Capi di Stato, Premi Nobel, Membri del Governo, rampolli reali, scrittori, attori, esploratori che ci siamo visti costretti a dedicar loro una parte del sito, proprio per evidenziare quanto anche queste Presenze hanno contribuito ad elevare il Royal Victoria ad elemento importante nella storiografia pisana
Negli anni l’albergo ha subito gli usuali ammodernamenti e rifacimenti strutturali che lo hanno portato ad essere anche il primo albergo con il telefono, il primo albergo ad avere il riscaldamento centralizzato, il primo albergo ad avere l’ascensore e, nonostante l’inserimento di queste “moderne installazioni” in un contesto così antico, pochissimo è stato modificato dell’aspetto originale in quanto le ristrutturazioni sono sempre state effettuate curando i minimi particolari, per non intaccare gli antichi materiali e farlo pervenire a noi perfettamente conservato, con la stessa luce, la stessa essenza, lo stesso respiro del tempo.
L'aspetto attuale della facciata dell’Hotel risale al 1912 quando venne demolita la parte anteriore della casa-torre esistente sul lato sinistro del palazzo e la stessa venne inglobata nel fabbricato fondamentale. Ne conseguì l'apertura di una sesta fila di finestre sul prospetto in sostituzione della torre stessa. Al tempo stesso vennero realizzati dei terrazzi al primo piano, il rivestimento in pietra serena del piano terreno e l'eliminazione dei rostri dei fondi.
Gli spazi abitativi dell’hotel sono pressoché gli stessi dove hanno risuonato passi illustri di ieri e di oggi, le grandi sale disimpegno nei vari piani ci portano in camere dove il Liberty ci coinvolge perché sulle pareti, su i soffitti e sulle vetrate e dove i muri ci parlano della nostra storia.